• RSSFeed RSS
  • CommentiScrivi un commento
  • Apple: una carta di credito entro il 2019?
  • HoweyCoins, false ICO per la sicurezza delle cryptovalute

AGCOM pensa a sanzioni con TIM e Wind Tre

AGCOM (AutoritÓ per le garanzie nelle comunicazioni) avrebbe avviato una nuova procedura finalizzata a sanzionare due dei pi¨ importanti operatori delle telecomunicazioni in Italia: TIM e Wind Tre. Alla base dell'iniziativa vi sarebbe l'individuazione di comportamenti scorretti relativamente alla famigerata "fatturazione a 28 giorni".

Come Ŕ noto tale pratica Ŕ stata espressamente vietata ed Ŕ stato introdotto per legge l'obbligo di ritornare alla tradizionale fatturazione su base mensile. Diversi provider (non soltanto quelli attivi nel mercato della telefonia) sono stati quindi costretti a rivedere le proprie scelte e a comunicare ai propri utenti il ritorno alle scadenze precedentemente fissate.

Alle aziende citate verrebbero contestate le pratiche adottate nel corso di questo passaggio, nello specifico TIM e Wind Tre avrebbero mancato di osservare la normativa prevista in tema di trasparenza e chiarezza delle informative. Tali carenze sarebbero state riscontrate anche nelle comunicazioni riguardanti le possibilitÓ di recesso.

Secondo il parere del Garante arebbero state violate nello specifico alcune disposizioni previste nell'art. 70 del Codice delle comunicazioni elettroniche, in esso infatti vengono descritte le modalitÓ attraverso le quali devono essere gestite le modifiche unilaterali dei contratti per garantire che gli utenti interessati ricevano informazioni esaurienti.

Attualmente non Ŕ possibile prevedere l'importo delle sanzioni che verranno comminate a carico di TIM e Wind Tre, il processo sanzionatorio di AGCOM sarebbe partito in seguito ad un esposto dell'associazione per la tutela dei consumatori Codacons che avrebbe giÓ espresso soddisfazione per l'accoglimento delle proprie istanze.

Commenti
  • Segui Touchblog.it
Correlate