• RSSFeed RSS
  • CommentiScrivi un commento
  • 3 Italia: niente più roaming su Rete TIM
  • Apple rivede gli accordi con le case discografiche

Anonymous e il mistero degli alieni

Dopo alcuni mesi di silenzio il gruppo di hacktivisti Anonymous torna a far parlare di sé tramite una rivelazione per alcuni versi inquietante: dopo aver violato i sistemi dell'Agenzia Aerospaziale americana, NASA, il gruppo avrebbe scoperto che l'esistenza di razze aliene intelligenti sarebbe stata già confermata.

Uno dei più grandi misteri dell'Universo è stato finalmente svelato? Purtroppo le cose non starebbero esattamente così; nel suo comunicato Anonymous farebbe infatti riferimento a quanto dichiarato di recente da Thomas Zurbuchen, portavoce della NASA, nel corso dell'ultima riunione del "Us Science Space and Tecnology committee".

Durante l'incontro Zurbuchen avrebbe sostenuto che l'Uomo potrebbe essere ormai ad un passo dallo scoprire nuove forme di vita al di fuori della Terra, questo perché le occasioni di osservare pianeti dotati di caratteristiche simili a quelle del corpo celeste in cui abitiamo si starebbero moltiplicando. Solo la scorsa settimana sarebbe stata ufficializzata l'esistenza di ben 10 pianeti potenzialmente abitabili nella cosiddetta "fascia di Goldilocks".

Parliamo nello specifico di pianeti non troppo vicini al proprio sole, e quindi non tanto caldi da impedire la proliferazione della vita, né talmente lontani da presentare climi troppo rigidi. Insomma, corpi celesti che non somigliando a Venere o a Nettuno potrebbero contenere acqua allo stato liquido, componente essenziale per generare un ecosistema come quello della Terra.

Anonymous è quindi tornato alla ribalta diffondendo la classica fake news? Non necessariamente. L'impressione è che gli hacktivisti più famosi del Mondo abbiamo lanciato un avvertimento: qualsiasi scoperta dovrà essere resa pubblica dalle istituzioni interessate, altrimenti i cittadini verranno informati attraverso canali non ufficiali.

Commenti
  • Segui Touchblog.it
Correlate