• RSSFeed RSS
  • CommentiScrivi un commento
  • Il Huawei P20 sfida iPhone X e Galaxy S9
  • Drone postino, l'esperimento russo finisce con uno schianto

Apple: basta con le CPU Intel entro il 2020?

Stando ad un'indiscrezione recentemente riportata da Bloomberg, la Casa di Cupertino potrebbe avere intenzione di non utilizzare più processori prodotti dalla Intel nei propri computer. L'abbandono definitivo di tali componenti sarebbe stato previsto per il 2020 con il passaggio a soluzioni basate su architettura ARM.

Parliamo di un rumor che non arriva inatteso, da tempo infatti circolerebbero voci riguardanti la volonta da parte di Tim Cook e soci di non sfruttare più le CPU di Santa Clara. E' quindi possibile che il 2020 sia stato considerato come l'anno durante il quale i processori ARM saranno sufficiantemente maturi per l'integrazione nei Mac.

Tale transizione sarebbe oggi già in atto nel quadro di un progetto interno alla Mela Morsicata denominato "Kalamata", l'idea dovrebbe essere quella di allineare i processi produttivi dei dispositivi Desktop a quelli già in uso per i device mobile, ciò in modo da offrire una user experience quanto più omogenea possibile ai propri clienti.

"Kalamata" sarebbe stato concepito per garantire la gradualità del passaggio ad ARM, quindi è plausibile che inizialmente soltanto alcuni prodotti presenteranno questo configurazione. Successivamente, con l'ottimizzazione di quest'ultima e il contenimento dei costi di produzione, le CPU ARM dovrebbero prendere definitivamente il posto delle alternative Intel.

Andrebbe inoltre sottolineato che le SoC ARM sono in parte già presenti nella produzione di computer Apple, a tal proposito basterebbe citare alcuni modelli molto recenti del MacBook Pro e dell'iMac Pro che utilizzano coprocessori di questo tipo per la gestione di alcuni aspetti riguardanti la sicurezza.

Commenti
  • Segui Touchblog.it
Correlate