• RSSFeed RSS
  • CommentiScrivi un commento
  • Spotify modificherà la formula free?
  • Apple: basta con le fughe di notizie

Elon Musk: troppa automazione dietro ai ritardi della Tesla Model 3

La Tesla Model 3 è sicuramente una della automobili più attese di sempre, questo non soltanto per via delle sue caratteristiche particolarmente innovative, ma anche perché la casa produttice ne starebbe ritardando notevolmente la distribuzione. L'accumularsi dei rinvii starebbe inoltre impattando negativamente sul valore azionario dei titoli di Tesla.

Chiamato a rispondere di queste problematiche, il CEO Elon Musk le avrebbe motivate facendo riferimento all'eccessiva automazione dei processi di fabbricazione. In sostanza, nella realizzazione della Tesla Model 3 sarebbero coinvolti troppi robot, un'affermazione che in bocca ad un imprenditore come Musk suona abbastanza sorprendente.

Non è la prima volta che da Tesla arrivano spiegazioni sui ritardi inerenti le fasi produttive di questo particolare modello, in passato però le responsabilità erano state attribuite ad un fattore differente, la realizzazione delle batterie in dotazione ai veicoli che vengono messe a disposizione dalla Gigafactory che è a sua volta un progetto controllato da Tesla.

Ora Musk sembrerebbe essere più orientato a coinvolgere un maggior numero di personale umano nella catena di montaggio che consente di realizzare le Model 3, soprattutto dopo la sfortunata sperimentazione che ha portato all'abbandono di un sistema basato sui nastri trasportatori rivelatosi del tutto inefficace.

Paradossalmente Tesla è stata recentemente protagonista dell'acqisizione di Perbix, un'azienda che proprio per le sue caratteristiche dovrebbe aiutare la nuova proprietà ad incrementare l'efficienza delle procedure automatizzate. Ad oggi il gruppo di Musk riuscirebbe a distribuire circa 2.500 Model 3 alla settimana e il traguardo dei 5 mila esemplari ogni 7 giorni sembrerebbe essere molto lontano.

Commenti
  • Segui Touchblog.it
Correlate