• RSSFeed RSS
  • CommentiScrivi un commento
  • Il nuovo Mac Pro arriverà nel 2019
  • Apple lancia iPhone 8 e iPhone 8 Plus (PRODUCT)RED

Fujifilm manda in pensione il bianco e nero

Il colosso giapponese Fujifilm ha deciso di non proseguire più nella produzione di pellicole in bianco e nero, stesso discorso per quanto riguarda la realizzazione di carta fotografica dedicata alla stampa in queste varianti cromatiche. Le scorte ora disponibili verranno commercializzate fino al loro totale esaurimento.

L'azienda avrebbe motivato questa iniziativa facendo riferimento ad una domanda in continuo calo da parte dei consumatori, richieste via via sempre più limitate non giustificherebbero più gli elevati costi di produzione. A nulla sarebbero valsi gli sforzi profusi per ottenere un prodotto di alta qualità a prezzi meno proibitivi.

Andranno così a sparire delle pellicole i cui primi esemplari vennero lanciati circa 80 anni fa. Ciò dovrebbe avvenire tra l'ottobre dell'anno corrente e lo stesso mese del 2019 con il termine della fase di commercializzazione, tutti coloro che desiderano fare scorta del prodotto dovranno approfittare quanto più possibile delle attuali offerte.

La futura sparizione delle pellicole in bianco e nero di Fujifilm rappresenta un ulteriore tassello di quello che ormai appare un'inevitabile transizione dall'analogico al digitale. Tranne un ristretto numero di professionisti e di appassionati ancora affezionati allo sviluppo in camera oscura, le macchine fotografiche tradizionali sono infatti sempre meno richieste.

Ad approfittare dell'occasione potrebbe essere la Kodak che dovrebbe continuare a produrre le sue Tri-X 400 che in passato avevano dominato il mercato prima dell'arrivo delle alternative di Fujifilm. Quest'ultima avrebbe invece pianificato di estendere il proprio business in altri settori, acquistando per esempio la Xerox per 6.1 miliardi di dollari.

Commenti
  • Segui Touchblog.it