• RSSFeed RSS
  • CommentiScrivi un commento
  • Il futuro di Apple Music spiegato da Eddy Cue
  • In arrivo un Apple Ring?

Giappone: taxi senza conducente entro il 2016

Mentre Mountain View continua a lavorare sulla sua self driving car affrontado un'importante fase di test sulle strade del Texas, in altri paesi del Mondo sarebbero state gią approvate delle iniziative per favorire la circolazione di auto che si guidano da sole. A tal proposito sarebbe possibile fare un riferimento al recente caso giapponese.

In sostanza il paese nipponico dovrebbe essere il primo ad introdurre l'impiego di taxi senza conducente, veicoli per il trasporto che, soprattutto in ambiente urbano, dovrebbero essere prenotabili attraverso apposite applicazioni mobili con le quali definire anche il percorso desiderato e, per chiudere il cerchio, pagare la corsa.

Secondo quanto riportato dal blog Wall Street Journal's Japan Real Time, tale soluzione per la mobilitą su gomma sarebbe attualmente allo studio di un gruppo di aziende locali, unitesi grazie ad una joint venture, composto da ZMP (una internet company) e DeNA (una driverless car technology company operante da tempo nel settore).

Oltre che per i trasporti questo progetto potrebbe avere anche importanti implicazioni a livello sociale, infatti la popolazione del Giappone presenta un'etą media estremamente elevata e una forte tendenza ad un ulteriore invecchiamento demografico; i taxi a guida autonoma potrebbero migliorare sensibilmente la qualitą della vita dei pił anziani.

La Robot Taxi, Inc., questo il nome della joint venture, dovrebbe iniziare ad operare i primi test nel corso del 2016; se tutto dovesse andare per il meglio, entro il 2020, anno durante il quale il Giappone ospiterą i prossimi giochi olimipici, dovrebbe essere operativa la prima flotta di taxi che non necessitano di un conducente per i loro spostamenti.

Commenti
  • Segui Touchblog.it
Correlate