• RSSFeed RSS
  • CommentiScrivi un commento
  • La carta d'identità diventa elettronica
  • WhatsApp si scusa per il blackout di Capodanno

Mark Zuckerberg vuole un maggiordomo stile JARVIS

E' probabilmente un periodo cruciale per la vita di Mark Zuckerberg, appena qualche settimana fa il fondatore del social network più grande della Rete è divenuto padre di una bambina, chiamata Max; più o meno nello stesso periodo egli ha deciso di devolvere il 99% del proprio patrimonio personale in beneficenza.

Se da una parte il lieto evento che lo ha coinvolto è stato accolto con simpatia in tutto il Mondo, così come la decisione di Zuckerberg di interrompere il lavoro per avvalersi della possibilità di andare in "paternità" per un paio di mesi, dall'altra il suo improvviso gesto di "generosità" è stato invece visto con sospetto e letto come un'intenzione di eludere il fisco.

Ma il creatore di Facebook sembrerebbe essere indifferente alle critiche e sarebbe già concentrato su altri progetti, come per esempio la realizzazione di un sistema basato sulla domotica e l'intelligenza artificiale che possa nello stesso tempo gestire la casa e prendersi cura della neonata quando i genitori non sono vicini a lei

Mark avrebbe intenzione di realizzare questa piattaforma in completa autonomia così da mettere alla prova la propria manualità e le tecnologie attualmente disponibili per l'AI; il risultato finale potrebbe essere una sorta di "maggiordomo high tech" che sia in grado di assolvere anche qualche compito solitamente dedicato a baby-sitter in carne e ossa.

Tale progetto non sarebbe stato pensato soltanto per la famiglia, infatti secondo il giovane amministratore delegato esso potrebbe essere implementato ulteriormente e impiegato sul Sito in Blue, magari per l'introduzione di nuove funzionalità dedicate al trasferimento dei dati in realtà virtuale grazie al supporto di Oculus Rift.

Commenti
  • Segui Touchblog.it
Correlate