• RSSFeed RSS
  • CommentiScrivi un commento
  • iPhone 8: problemi di dilatazione per le batterie?
  • Il Commodore 64 è anche Mini

Microsoft chiude Groove Music

Il progetto Groove Music è ufficialmente finito, la piattaforma per lo streaming audio verrà pensionata dalla Casa di Redmond in favore di un servizio molto più completo e di successo come Spotify. Nata come evoluzione di Xbox Music e Zune Music, Groove Music non è riuscita a conquistare il favore di una vasta platea di utenti nonostante un catalogo composto da circa 50 milioni di brani.

A breve gli abbonamenti per accedere ai Groove Music Pass non verranno più venduti e chi dovesse aver attivato una sottoscrizione con scadenza successiva al 31 dicembre dell'anno corrente verrà rimborsato. Passata quella data il servizio smetterà semplicemente di esistere e non sarà più possibile fruire della sua offerta musicale.

Ciò che ormai è stato non sparirà però del tutto, verrà per esempio conservato il lettore audio integrato in diverse applicazioni, inoltre, Microsoft e Spotify starebbero intervenendo sull'infrastruttura della piattaforma in modo che le playlist create dagli utilizzatori di Groove Music possano essere migrate senza perdite di dati sui server della compagnia londinese.

La partnership tra le due aziende è ormai una realtà consolidata, dalla loro collaborazione sono nate infatti alcune applicazioni musicali per Xbox One e Windows 10 e sarà grazie ad un lavoro coordinato tra gli sviluppoatori dei due gruppi se verrà distribuito l'aggiornamento di Groove Music che consentirà lo spostamento delle playlist.

E' molto probabile che in futuro Microsoft e Spotify continuino a lavorare su progetti comuni per concorrere con altre soluzioni per lo streaming audio come Apple Music, non è quindi un caso che Redmond abbia esplicitamento suggerito agli utenti orfani di Groove Music di passare a Spotify per proseguire nella loro esperienza di ascolto.

Commenti
  • Segui Touchblog.it
Correlate