• RSSFeed RSS
  • CommentiScrivi un commento
  • Il prossimo iPhone si chiamerÓ iPhone X?
  • Facebook investe un miliardo di dollari sulla sua Tv

AI e occupazione, un rapporto virtuoso?

L'evoluzione delle tecnologie per l'Intelligenza Artificiale, l'automatizzazione dei processi e la robotica stanno creando un vero e proprio allarme motivato dalle loro implicazioni sul mercato del lavoro; sostituire gli esseri umani con macchine molto pi¨ efficienti in diversi compiti porterÓ alla creazione di milioni di disoccupati? Secondo un recente studio non necessariamente.

La ricerca alla quale si fa riferimento Ŕ stata svolta dagli analisti di Capgemini che per il loro progetto hanno intervistato quasi un migliaio di manager, molti dei quali pronti ad affermare che, per quanto riguarda le loro aziende, l'introduzioni di sistemi basati sulla AI e la robottizzazione avrebbero portato ad un incremento delle assunzioni.

Ben l'83% dei dirigenti contattati avrebbe sottolineato come l'impiego di algoritmi per il machine learning, la gestione dei Big Data e dei processi di business abbia reso necessario arricchire l'organigramma aziendale con nuove figure professionali, la maggior parte di alto profilo e dotate di competenze specifiche.

Nel 63% dei casi gli intervistati avrebbero sostenuto che gli investimenti in AI non si sarebbero tradotti in alcun licenziamento, anzi, i manager che avrebbero approfittato dei cambiamenti in atto per riqualificare i propri dipendenti sarebbero stati oltre il 70%, mentre l'88% di essi sarebbe convinto che la coesistenza tra macchine e lavoratori porterÓ a questi ultimi un beneficio in termini di stabilitÓ.

Interessanti anche i dati relativi all'Italia, uno di 9 paesi coinvolti nel sondaggio, secondo i ricercatori le aziende della Penisola che hanno investito in AI vedranno aumentare notevolmente il loro giro d'affari con un incremento giÓ oggi misurabile nel 78% per quanto riguarda i nuovi clienti e dell'83% in termini di vendite.

Commenti
  • Segui Touchblog.it
Correlate