• RSSFeed RSS
  • CommentiScrivi un commento
  • Apple: due brevetti per pensionare il cavo Lightning
  • iPhone: problemi di batteria con la ricarica Wireless?

Sconto in fattura per la fatturazione a 28 giorni

AGCOM avrebbe stilato quattro nuove delibere con l'obbiettivo di risolvere la questione dei risarcimenti legati alla famigerata fatturazione a 28 giorni, tempistica introdotta da diversi provider telefonici (e non solo) che se non vietata espressamente per legge avrebbe costretto i consumatori a pagare 13 mensilità annuali invece di 12.

Tali delibere sarebbero state approvate per invitare i più importanti operatori nazionali, TIM, Vodafone, Wind Tre e Fastweb, a scontare i giorni addizionali che sono stati addebitati dal 27 giugno 2017 in poi a partire dalla prossima fattura, quella che riceveremo in aprile.

L'iniziativa potrebbe essere dovuta al fatto che il TAR del Lazio, su istanza degli stessi provider, aveva sì riconosciuto la legittimitą dell'azione di AGCOM sulla fatturazione, ma nello stesso tempo aveva provveduto a bloccare qualsiasi valutazione sui rimborsi fino alla prossima udienza che è stata fissata per il 14 novembre 2018.

Il rinvio all'inverno era stato motivato dal fatto che gli operatori avrebbero potuto incontrare delle difficoltà nel concedere dei rimborsi a pochi giorni dal divieto della fatturazione a 28 giorni. Nelle delibere dell'Authority non si farebbe però riferimento a dei "rimborsi", preferendo optare per la formulazione di "sconti in fattura".

In questo modo un abbonato che avesse pagato più del dovuto dalla data di introduzione del sistema abolito potrebbe ricevere ben 15 giorni di sconto nella propria fattura. Si ricorda che in caso di inadempienza da parte dei provider le sanzioni previste dal Garante sono molto salate e potrebbero arrivare fino ad una massimo di 1.16 milioni di euro.

Commenti
  • Segui Touchblog.it
Correlate