• RSSFeed RSS
  • CommentiScrivi un commento
  • Tim Cook a Pechino per incontrare i ministri cinesi
  • Italiani primi in Europa per le tecnologie indossabili

SkinTrack: la pelle dell'avambraccio diventa touch

E' posssibile trasformare il proprio avambraccio in una sorta di touchpad? Secondo i ricercatori della Carnegie Mellon University questo risultato potrebbe essere ottenuto tramite un'apposita tecnologia denominata SkinTrack. Quest'ultima dovrebbe rendere la parte sottostante il polso un vero e proprio prolungamento del display di un smartwatch.

Il funzionamento di SkinTrack si baserebbe su un semplice anello in grado di trasmettere un segnale elettrico al braccio, dotato di una frequenza molto alta e di un'intensità talmente bassa da risultare praticamente impercettibile, tale sgnale potrebbe essere utilizzato come una sorta di trasmettitore con il quale inviare istruzioni ad un orologio intelligente.

Si tratterebbe di una soluzione particolarmente innovativa perché, a differenza di altre tecnolgie nate per scopi simili, essa non richiederebbe l'impiego di alcun accessorio addizionale con il quale rivestire l'arto; nello stesso tempo lo SkinTrack permetterebbe di superare i problemi di usabilità connessi alle piccole dimensioni degli schermi.

Come è noto i display di smartwatch e smartband sono dei touchscreen dotati di una superficie utilizzabile ridotta che rende l'interazione tattile spesso troppo essenziale e ingombrante, poter sfruttare anche l'avambraccio significherebbe quindi riuscire ad offrire un numero di funzionalità più elevato rispetto agli standard attuali.

Anche SkinTrack presenterebbe però alcune limitazioni che dovranno essere superate, infatti l'impiego di questa tecnologia potrebbe risultare difficile nel caso in cui si indossi un abbiagliamento invernale; essa poi determinerebbe un consumo più rapido delle batterie e potrebbe dar luogo a malfunzionamenti nel caso in cui la pelle sia bagnata o sudata.

Commenti
  • Segui Touchblog.it