• RSSFeed RSS
  • CommentiScrivi un commento
  • iPhone: problemi di batteria con la ricarica Wireless?
  • Microsoft porta il Surface Book 2 in Italia

Stephen Hawking ci ha lasciati

Una delle menti più brillanti che il Mondo abbia mai avuto il privilegio di ospitare se n'è andata all'età di 76 anni. Stephen Hawking, tra i pi importanti fisici teorici del secondo Novecento nonché popolarissimo scienziato, era nato l'8 gennaio 1942 a Oxford, nel Regno Unito. Affetto sin da giovane da una malattia gravissima, la SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica), riuscì a combatterla arrivando alla notorietà e ad avere 3 figli.

Hawking era direttore di ricerca presso il Dipartimento di matematica applicata e fisica teorica dell'universit di Cambridge, a lui si deve anche la fondazione del Centro di cosmologia teorica. Notissimo il suo lavoro sui buchi neri così come i suoi testi di divulgazione scientifica tradotti in moltissime lingue, molti dei quali divenuti dei best-seller.

Dello scienziato il grande pubblico ricorda in particolare l'opera "Dal Big Bang ai buchi neri. Breve storia del tempo", pubblicato per la prima volta nel 1988. Grazie alle oltre 10 milioni di copie vendute, l'autore fornì un contributo un contributo ineguagliabile nel divulgare le teorie sull'orgine dell'Universo. Ricercatori, studenti, documentaristi e appassionati hanno trovato così ispirazione per il proprio lavoro.

Tra i suoi obbiettivi più noti vi era quello di concepire una vera e propria "teoria del tutto" nella fisica, in pratica una spiegazione quanto più uniforme e omogenea possibile su come funziona ci che esiste. A questa cominciò a dedicarsi a partire dagli anni '60 e diverse delle sue conclusioni vennero contestate inizialmente dagli ambienti scientifici perché ritenute troppo singolari.

A lui si deve per esempio la teoria sulle radiazione di Hawking con la quale rivoluzionò le posizioni delle fisica teorica riguardo ai buchi neri, secondo quest'ultima infatti essi rappresentano dei giganteschi sistemi per il riciclo della materia e dell'energia. In precedenza invece si credeva che nulla di ciò che fosse assorbito da un buco nero potesse essere restituito all'Universo.

Commenti
  • Segui Touchblog.it
Correlate