• RSSFeed RSS
  • CommentiScrivi un commento
  • Uber e Waymo si accordano per 245 milioni di dollari
  • GMail GO disponibile sul Play Store

Il Tar sospende i rimborsi per la fatturazione a 28 giorni

I rimborsi per la fatturazione a 28 giorni previsti da AGCOM (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) dovrebbero essere sospesi fino ad ottobre 2018 per decisione del Tar del Lazio. Verrebbero così blocati gli effetti di una delibera secondo la quale i provider avrebbero dovuto sottrarre quanto dovuto agli utenti dalle bollette dei prossimi mesi.

Tali rimborsi non riguarderebbero tutto il periodo durante il quale è stata applicata la fatturazione a 28 giorni, ma soltanto quello successivo al 23 giugno 2017, data a partire della quale è stato fatto specifico divieto di adottare sistemi differenti da quelli basati sul mese solare (o multipli) incrementando il numero delle bollette annuali.

Se da una parte la sospensione dei rimborsi non farà di certo piacere ai consumatori italiani, dall'altra è però giusto segnalare che nel contempo il Tribunale Amministrativo avrebbe rigettato il ricorso che vedeva Asstel richiedere il blocco del ritorno alla fatturazione mensile almeno per quanto riguarda i servizi di rete fissa.

In quest'ultimo caso parliamo comunque di una decisione prevedibile, l'attuale normativa infatti prevede esplicitamente che la fatturazione debba essere erogata su base mensile e i provider non potrebbero fare riferimento ad archi temporali differenti per la spedizione delle bollette. AGCOM aveva inoltre previsto sanzioni rilevanti per i provider in caso di mancato adeguamento.

Il blocco dei rimborsi sarebbe stato stabilito per venire incontro alle esigenze degli operatori dopo aver verificato che un'erogazione immediata avrebbe potuto incidere troppo pesantemente su loro equilibri finanziari. Da qui ad ottobre i provider potrebbero poi ricorrere al Consiglio di Stato protraendo ulteriormente l'attuale situazione di stallo.

Commenti
  • Segui Touchblog.it
Correlate