• RSSFeed RSS
  • CommentiScrivi un commento
  • Bitcoin verso quota 7 mila dollari
  • DVB-T2: appuntamento fissato per il 2022

Tesla: troppi ritardi per Model 3

Tesla Motors, la casa automobilistica creata da Elon Musk, aveva previsto di poter produrre circa 5 mila Model 3 a settimana entro la fine dell'anno corrente; purtroppo per il gruppo e per i potenziali acquirenti tali attese si sarebbero rivelate troppo ottimistiche e, oltre ai ritardi, si starebbero accumulando anche le perdite d'esercizio conseguenti.

L'ultima revisione dei piani aziendali sposterebbe al primo trimestre del 2018 l'obbiettivo precedentemente prefissato, una notizia alquanto spiacevole per le migliaia di consumatori che hanno già effettuato il preordine di questa auto elettrica in grado di offrire una dotazioni estremamente avanzata di strumenti per la guida autonoma.

Stando a tali presupposti, i tempi di attesa prima di entrare in possesso della Model 3 ordinata potrebbero essere anche estremamente lunghi, alcuni analisti prevedono per esempio che un veicolo pagato negli scorsi mesi potrebbe non essere consegnato prima del 2019. A ciò si aggiunga un'incertezza legata ai pochi dettagli sulle ragioni di tali rinvii.

Secondo le indiscrezioni circolanti, alla base delle attuali difficoltà produttive potrebbero esserci delle responsabilità da parte della società deputata a fornire le batterie. Quest'ultima, la Gigafactory 1 che è comunque una fabbrica facente capo a Tesla, non starebbe riuscendo a realizzare un numero sufficiente di componenti da permettere il lancio commerciale dell'automobile.

Come evidenziato dalla sua ultima trimestrale di cassa, per i ricavi (circa 2.9 miliardi di dollari) Tesla può ancora contare sull'ottima riuscita delle Model S e delle Model X, con quasi 26 mila esemplari venduti; per contro vi sarebbero invece delle difficoltà dovute alle spese ingenti che nel corso del periodo considerato avrebbero superato abbondantemente le attese

Commenti
  • Segui Touchblog.it
Correlate