• RSSFeed RSS
  • CommentiScrivi un commento
  • Addio ai CD musicali?
  • PornHub dice no al DeepFake

TIM si prepara scorporo della rete

Il Ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda ha dato la sua approvazione al piano per lo scorporo della rete presentato dall'amministratore delegato di Telecom Italia, Amos Genish. Dovrebbe così prendere vita un progetto da tempo annunciato per la seperazione della rete dagli altri asset del gruppo e il suo affidamento ad una società controllata dalla stessa TIM.

Il parere positivo del ministro è stato l'ultimo passo di una lunga trattativa che ha visto il provider confrontarsi con AGCOM (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni), il Garante ha infatti voluto verificare tutti i dettagli dello scorporo per valutarne gli eventuali effetti a carico dei consumatori e dei competitor della TIM.

Diversamente da quanto inizialmente previsto dalla stampa di settore, sembrerebbe che la sussidiaria destinata ad incorporare la rete non verrà quotata in Borsa; si tratta però di un aspetto che dovrà essere ulteriormente approfondito viste le parole spese in passato dallo stesso Calenda in favore di un controllo da parte della Consob (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa).

L'approvazione da parte del dicastero dell'economia precede il confronto con il Governo davanti al quale TIM dovrà esporre nel dettaglio i vantaggi derivanti dallo scorporo. Appare però abbastanza chiaro come il nullaosta fornito da Calenda rappresenti già di per sé un indizio di quelle che sono le intenzioni dell'esecutivo a riguardo.

Oggetto della discussione sarà soprattutto il ruolo del Governo nel consiglio di amministrazione della società che si occuperà di gestire la rete, Calenda infatti avrebbe sottolineato l'esigenza di nominare un rappresentante governativo all'interno di quest'ultima, esattamente come già accade per quanto riguarda la dirigenza della TIM.

Commenti
  • Segui Touchblog.it
Correlate