• RSSFeed RSS
  • CommentiScrivi un commento
  • Apple ordina 70 milioni di pannelli OLED per l'iPhone 8
  • WhatsApp: una funzionalità per scambiare denaro

Videogame: risarcimento milionario per i cheats

I videogiocatori sanno che i cheats sono delle modalità grazie alle quali modificare la dinamica del gameplay per ottenere dei vantaggi, come per esempio il superamento di un livello particolarmente complesso. Quello che spesso non si sa è che dietro a questi "trucchetti" esistono aziende che si occupano della loro implementazione e un giro d'affari considerevole.

A tal proposito basterebbe citare le recente causa legale che ha visto la game house Blizzard contrapposta alla Bossland, vero e proprio colosso dei cheats, società accusa di aver sviluppato indebitamente dei trucchi per alcuni titoli di grande successo come Overwatch "Watchover Tyrant" e World of Warcraft "Honor Buddy".

Secondo gli avvocati di Blizzard la Bossland avrebbe causato un importante danno economico ai loro rappresentati, tale istanza sarebbe stata accolta pienamente dal giudice che avrebbe sentenziato per un risarcimento pari a oltre 8 milioni di dollari ai quali sarebbero stati aggiunti più di 174 mila dollari per il pagamento delle spese legali.

La decisione del tribunale prevedrebbe inoltre che Bossland, azienda con sede in Germania, non possa più vendere i propri cheats all'utenza statunitense, al risarcimento andranno quindi sommate le perdite derivanti da un notevole restringimento del mercato di riferimento. Si viene poi a creare un precedente che presto potrebbe condizionare l'evoluzione di un settore abbastanza "borderline".

Interrogato sull'accaduto prima che fosse comunicato il verdetto, il CEO di Bossland Zwetan Letschew avrebbe sostenuto che la sua azienda non avrebbe smesso in ogni caso di sviluppare cheats, indipendentemente dal risultato dela causa. A questo punto però l'entità del risarcimento potrebbe costringere il gruppo a rivedere la propria strategia di business.

Commenti
  • Segui Games e Console