• RSSFeed RSS
  • CommentiScrivi un commento
  • Google: nuove strategie per la realtà virtuale?
  • L'Agenzia delle Entrate apre una pagina su Facebook

Windows 10 lontano dal primo miliardo di installazioni

Tra pochi giorni, il 29 luglio 2016, non vi sarà più la possibilità di installare il sistema operativo Windows 10 come aggiornamento delle piattaforme Windows Seven e Windows 8/8.1. Il superamento di tale scadenza porterà quasi certamente ad un rallentamento della sua diffusione fino ad ora non caratterizzata da un vero e proprio successo.

A circa un anno dal suo esordio Windows 10 sarebbe stato installato circa 350 milioni di volte considerando sia i computer Desktop che l'ecosistema mobile; i numeri riportati non sono negativi (anche considerando la gratuità dell'upgrade), ma rimarrebbero comunque inferiori rispetto alle aspettative inizialmente formulate da Satya Nadella e soci.

Stando così le cose Windows 10 non dovrebbe riuscire a raggiungere quota 1 miliardo di installazioni entro il 2018, a rivelarlo sarebbero stati gli stessi portavoce della Casa di Redmond. L'azienda avrebbe così voluto mettere in "pre-allarme" gli investitori in modo da evitare future reazioni negative a danno del titolo aziendale.

Non si tratta naturalmente di un fallimento, nessun altro componente della famiglia Windows era mai riuscito a diffondersi con la medesima velocità e con questi numeri. Ma cosa sarebbe successo se Microsoft avesse proposto fin da subito il suo ultimo nato come soluzione a pagamento? Probabilmente le cifre sarebbero state differenti.

Con tutta probabilità in futuro i sistemi operativi non saranno il punto di forza di Redmond, ciò che è avvenuto in passato quasi sicuramente non si ripeterà. Considerando anche gli scarsi risultati ottenuti per quanto riguarda il mobile, la dirigenza del gruppo californiano sembrerebbe destinata a dover spostare sempre di più nel Cloud il proprio core business.

Commenti
  • Segui Touchblog.it
Correlate